Facebook YouTube Google+ LinkedIn National geographic Avventure nel mondo
  Photo Gallery
clicca per ingrandire clicca per ingrandire clicca per ingrandire clicca per ingrandire
COLOMBIA A NOVEMBRE
27/07/2015

Per anni quasi chiusa al turismo internazione a causa di problemi legati al narcotraffico, oggi la Colombia è una delle mete più richieste del SudAmerica.

La capitale Bogotá si trova nel centro del Paese su un vasto altopiano delle Ande a 2.600 metri sul livello del mare e ha una popolazione di quasi otto milioni di persone provenienti da tutto il mondo. È una città che riflette le diversità culturali della Colombia, è il centro culturale più importante di questo Paese e un luogo ricco di siti da visitare e di attività da svolgere. Dichiarata Capitale Mondiale del Libro dall’Unesco e Capitale Iberoamericana della Cultura dall’ UCCI, Bogotá è diventata una delle città più importanti del continente, con grandi spazi pubblici verdi, piazze, strade e viali moderni. Bogotà è una città di mostre permanenti di arte di tutte le epoche, di musei religiosi, scientifici, tecnologici e anche di molti spazi interattivi. Il Museo dell’Oro ed il Museo di Botero sono due meraviglie indimenticabili. È inoltre possibile visitare una delle grandi biblioteche della città, vedere uno spettacolo teatrale, assistere ad un grande concerto o un piccolo recital privato, visitare uno dei tanti centri commerciali o fare una passeggiata nel centro storico La Candelaria. Bogotá è una città per tutti, ci sono attività per tutti i gusti. Dispone di locali notturni alla moda e di diversi stili e impostazioni: moderne e grandi discoteche, bar, pub, fabbriche di birra artigianali e club dove il divertimento e il ballo sono il fattore primario.

Santander, nel nordest della Colombia è un territorio dall’incredibile bellezza storica e naturalistica. Viaggiatori di tutto il mondo visitano queste zone per la possibilità di praticare sport d’avventura in contesti naturalistici unici al mondo. Si va dal parapendio sul Canyoo dell Chicamocha ai percorsi naturalistici per gli amanti del trekking. Innumerevoli sentieri per gli amanti della mountain bike, forti rapide per gli appassionati di rafting e meravigliose cascate per chi ama praticare il rappellino. Questa regione offre inoltre alcuni dei borghi coloniali più belli ed autentici della Colombia, uno tra tutti la meravigliosa Barichara con le sue case bianche, le sue piazze e i suoi vicoli che sembrano essersi fermati nel tempo.

Il Triangolo del Caffè (Eje Cafetero) è formato dai dipartimenti di Caldas, Quindío e Risaralda, e seduce il visitatore con l’aroma delle piantagioni di caffè, le delizie del suo paesaggio, l’ospitalità dei suoi abitanti. In questa zona si produce il miglior caffè del mondo. Nel “triangolo del caffè” sarà possibile visitare tipiche fattorie, parchi tematici, campi da golf, piantagioni di caffè, località termali, luoghi per lo sport estremo e sentieri ecologici. Oltre al paesaggio indimenticabile, sarà possibile ascoltare i canti dei mietitori che evocano tutto il duro lavoro e la dedizione che sono presenti in una tazza di caffè, gli sforzi instancabili delle mani che colgono i frutti migliori che sono trasformati in una delle bevande più popolari al mondo. Gli splendidi paesaggi del Triangolo del caffè nel 2011 sono stati dichiarati dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità.

Paradiso tropicale è San Andres, isola distante 700 km dalla costa colombiana, ed è un piccolo paradiso con splendide spiagge bianche e con il mare “dai sette colori” dove vivono pesci colorati e coralli. Nella sua storia San Andres ha ospitato gli schiavi africani, i coloni europei, i pirati inglesi, i coloni spagnoli, e tutti hanno lasciato tracce della loro cultura. Evidente è anche l’influenza della cultura giamaicana grazie al via vai del pirata Morgan tra San Andrés e la Jamaica. Da tutto questo nasce la cultura assolutamente peculiare di questa isola: la tradizione “raizal”. Si tratta di un'altra lingua, di un altro modo molto speciale di vedere la vita, di qualcosa che tocca l’anima del visitatore. Le persone parlano tra di loro in creolo, un misto di dialetti del diciassettesimo secolo inglesi, spagnoli e africani; la musica combina felicemente reggae, reggaeton, soca, calypso, merengue, salsa e vallenato. Tutti i tipi di musica per tutti i tipi di danza. Proprio con l’intento di preservare questa cultura, alcuni isolani hanno creato dei parchi eco turistici come il Granja de Job Saas e il Parque West View dove le guide non solo illustrano la bellezza della natura ma anche i valori e i costumi raizal.

per magggiori info sul programma CLICCA QUI

Resta sempre aggiornato con la Newsletter di Backpacker Adventure.
Contattami per approfondimenti o collaborazioni.