Facebook YouTube Google+ LinkedIn National geographic Avventure nel mondo
  Photo Gallery
clicca per ingrandire clicca per ingrandire clicca per ingrandire clicca per ingrandire clicca per ingrandire clicca per ingrandire clicca per ingrandire clicca per ingrandire
PEPSI & BACKPACKER ADVENTURE IN MYANMAR
18/03/2015
Asia
Myanmar

Continua l'avventura di Pepsi e Backpacker Adventure. Questa volta la ricerca è stata fatta in Myanmar (Birmania). Mi sono divertito a fotografarla pubblicizzata nei ristorantini, sui bus pubblici ed in piccole locande dove facevano street food. Il Myanmar è un paese da poco affacciato al turismo internazionale e marchi come Starbucks o McDonald non ci sono. Per questa ragione la ricerca è stata più intensa e soddisfacente.

La dittatura militare impera tutt’ora e non dà, se non in apparenza, reale libertà alle persone e alla stampa. L’istruzione viene disincentivata con molte micro azioni dal governo. La maggior parte della gente non parla inglese e si limita a rispondere yes. La comunicazione però è possibile in ogni caso, perché c’è gran curiosità e empatia da parte dei Birmani verso gli stranieri, con cui cercano il contatto e lo scambio continuamente.

La filosofia “Refresh your world”, con la quale Pepsi vuole diventare la voce della nuova generazione, coinvolgendo in modo positivo i giovani, la loro passione e la loro fiducia nel futuro è arrivata perfettamente in Myanmar. La globalizzazione avanza a passi da gigante ed è quindi importante confrontarsi con popoli culturalmente diversi da noi.

 

UN PO' DI STORIA

E' negli anni ’50, con l’avvento dei supermercati e dei grandi magazzini, che Pepsi cambia totalmente le proprie strategie di mercato. Alfred Steel, il nuovo presidente, intuisce questi grandi cambiamenti spostando la filosofia dell’azienda, e la sua immagine, dalla convenienza alla rappresentazione di un life style. Una massiccia campagna di spot televisivi, grandi affissioni, un nuovo packaging e una vincente strategia di distribuzione e di vendita porta, in America, la Pepsi al pari di Coca-Cola. Il fatturato passa dai 24 milioni di dollari dei primi anni ‘50 ai 157 alle soglie dei ‘60.

CURIOSITA'

Perchè si chiama così? Pepsi. Beh, è più semplice di quanto possiate immaginare. Il nome Pepsi deriva dalla pepsina, un enzima della digestione. La pepsina trasforma le sostanze albuminoidi degli alimenti in peptoni, facilmente solubili e assimilabili. Ecco perchè la Pepsi aiuta a digerire.

 

Resta sempre aggiornato con la Newsletter di Backpacker Adventure.
Contattami per approfondimenti o collaborazioni.