Facebook YouTube Google+ LinkedIn National geographic Avventure nel mondo
  Photo Gallery
clicca per ingrandire clicca per ingrandire clicca per ingrandire clicca per ingrandire clicca per ingrandire clicca per ingrandire clicca per ingrandire clicca per ingrandire clicca per ingrandire clicca per ingrandire clicca per ingrandire clicca per ingrandire
PEPSI & BACKPACKER ADVENTURE IN CENTROAMERICA
06/02/2015
Americhe

Continua l'avventura di Pepsi e Backpacker Adventure. Questa volta la ricerca è stata fatta in Nicaragua, Costa Rica e Panama. Ancora una volta Pepsi non si smentisce e nei posti più impensabili lei appare. Mi sono divertito a fotografarla dipinta sulle facciate delle case in Nicaragua, sui muri dei ristoranti e addirittura delle officine meccaniche in Costa Rica e Panamà. Proprio questi ultimi scatti mi hanno fatto rendere conto di come a volte pubblicizzare in maniera bizzarra un prodotto, sia il modo più efficace. In effetti se ci pensiamo trovare una pubblicità di Pepsi in un supermercato passa quasi inosservata, molto meno dipingere le mura di un'officina meccanica.

La filosofia “Refresh your world”, con la quale Pepsi vuole diventare la voce della nuova generazione, coinvolgendo in modo positivo i giovani, la loro passione e la loro fiducia nel futuro si sposa perfettamente con quella di Backpacker Adventure. In un mondo dove oramai la globalizzazione avanza a passi da gigante è importante confrontarsi con altri popoli, con persone culturalmente diverse da noi. Solo questo può aprire la mente e farci crescere come esseri umani, elevando il nostro spirito a qualcosa di più grande.  


UN PO' DI STORIA

Pepsi fa il suo ufficiale ingresso sul mercato italiano nel 1960 grazie ad accordi di franchising. Lo stabilimento di Scorzè produce la prima bottiglia di Pepsi-Cola nel 1962. Nel 1995 apre una vera e propria filiale che si avvale oggi di 200 persone, con 1 sito produttivo di proprietà. Nel 2002 entra nel settore delle bevande isotoniche grazie a Gatorade.

CURIOSITA' 

Il wrestler di Chicago CM Punk porta tatuato il logo della Pepsi sulla spalla sinistra perché, come raccontato da lui stesso, tutti i suoi amici si facevano tatuare marchi di birre ma lui, notoriamente Straight Edge, non assumeva alcolici e per ironizzare su questo fatto si fece questo tatuaggio, diventato poi un vero simbolo del lottatore per i suoi fans.

Resta sempre aggiornato con la Newsletter di Backpacker Adventure.
Contattami per approfondimenti o collaborazioni.